Questura attiva servizio Sos Sordi, smartphone e tablet per contattare il 113

Nella mattinata di oggi, 13 gennaio, nei locali della Questura di Messina, verrà sottoscritto dal Questore di Messina, Giuseppe Cucchiara, e dal presidente della sezione provinciale di Messina dell’Ente Sordi, Maria Luisa Franchina, il protocollo di intesa per la realizzazione, anche in questa provincia, del progetto Sos Sordi.

Il progetto mira ad abbattere le barriere della comunicazione per consentire alle persone sorde, cittadini ed utenti come tutti gli altri, ma con un enorme svantaggio comunicativo-relazionale di gestire la propria vita in piena autonomia, nella piena consapevolezza di poter contare, nei casi di necessità, di un valido ausilio di pronto intervento degli operatori della Polizia di Stato. Basterà, infatti, accedere al numero di emergenza 113 tramite una applicazione Sos Sordi per smartphone e tablet. Per tale servizio, presso la centrale operativa della Questura di Messina, è stata attivata la casella di posta elettronica, operativa nell’arco delle 24 ore, emergenzasordi.quest.me@poliziadistato.it.

L’utente con disabilità uditiva, dopo aver scaricato l’applicazione, entrerà i contatto con il 113 cliccando una serie di icone (furto, rapina, soccorso, ambulanza) e subito il messaggio raggiungerà uno speciale dispositivo installato nella sala operativa della Questura dove il personale in servizio, ricevuta la richiesta, risponderà con una e-mail di conferma, inviando nel contempo la Volante in aiuto del richiedente.

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it