Sciolto per mafia il Comune di Mazzarrà Sant’Andrea

“Condizionamenti da parte della criminalità organizzata” che sono stati riscontrati e che hanno portato il Consiglio dei ministri, riunito ieri sera, a deliberare  su proposta del ministro dell’Interno Angelino Alfano il “Commissariamento straordinario” per il Comune di Mazzarrà Sant’Andrea per le ingerenze mafiose nella gestione dell’ente locale.

bucolo1
L’ex sindaco Bucolo in carcere dopo l’operazione “riciclo”

Alfano ha fatto proprie le conclusioni a cui è giunta la commissione di accesso nominata dal Prefetto di Messina Stefano Trotta, che ha setacciato gli atti amministrativi adottati dal Comune che ha ospitato una delle più grandi discariche di rifiuti della Sicilia.

Il Governo ha deciso di affidare la gestione del Comune di Mazzarrà Sant’Andrea a una “Commissione straordinaria, al fine di consentire il risanamento delle istituzioni locali nelle quali sono stati riscontrati condizionamenti da parte della criminalità organizzata”.

La Commissione, che sarà nominata con decreto del Capo dello Stato, resterà in carica in sostituzione degli organi amministrativi per i prossimi 18 mesi prorogabili fino a un massimo di ventiquattro.

La commissione di accesso agli atti al Comune di Mazzarrà Sant’Andrea, nominata dal prefetto di Messina, era composta dal viceprefetto Carmelo Musolino, dal dirigente del commissariato di polizia Mario Ceraolo, e dal comandante del Gico del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, tenente colonnello Jonathan Pace.

Anche la Commissione Nazionale Antimafia, presieduta da Rosi Bindi, aveva richiesto una particolare attenzione sul comune tirrenico, al centro di numerose inchieste che hanno mostrato come il grande flusso di denaro prodotto dalla discarica ha fatto gola a mafiosi e amministratori, in un gioco delle parti che ha danneggiato solo la collettività.

Il comune di Mazzarrà era rimasto di fatto senza sindaco dopo la sospensione di Salvatore Bucolo, in carcere nell’ambito dell’inchiesta “Riciclo” sulla gestione dei proventi della discarica di Mazzarrà, sottosequestro dal 2014.

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it