#Messinasenzacqua: diminuisce la portata dell’Alcantara, 18 autobotti nei quartieri, in distribuzione anche acqua potabile

La frana a Calatabiano, come emerso già ieri dal vertice in Prefettura, è in continua evoluzione. A seguito della nuova emergenza idrica  da oggi è in piena attività il coordinamento di enti, istituzioni e associazioni coinvolti per ridurre al massimo i disagi arrecati dalla grave crisi idrica, che saranno inevitabili per le prossime settimane.

Dalle 21 di ieri è stato attivato il bypass dell’Alcantara con una portata attuale di 245 litri al secondo, che sta aumentando e in giornata raggiungerà i 300 litri.

“Sull’erogazione idrica in città – spiega il Sindaco in un comunicato – si precisa che nella parte alta della zona nord si registrano le situazioni di maggiore disagio in relazione alla disponibilità d’acqua.

Al centro la distribuzione è avvenuta per alcune ore, mentre nella zona sud non si sono verificate particolari criticità ad eccezione di alcune parti alte del territorio, in considerazione comunque della delicatezza del momento.

E’ in corso da parte della protezione civile nazionale, congiuntamente alla protezione civile regionale e comunale, una verifica dei luoghi a Calatabiano per la valutazione degli interventi più idonei alla risoluzione del movimento franoso che ha interessato la condotta dell’acquedotto comunale.

Diciotto autobotti, condotte da personale messo a disposizione anche dall’ATM e dalla Città Metropolitana di Messina, effettuano la distribuzione d’acqua nei quartieri dove si prevedono maggiori disagi per soddisfare le richieste della cittadinanza, degli istituti scolastici e delle categorie più deboli. Resta comunque la necessità, già manifestata al tavolo tecnico di ieri in Prefettura, di potere disporre di un numero notevolmente superiore di autobotti e dei relativi conducenti.

Grazie alla sinergia tra la Consulta del volontariato di protezione civile e la Consulta del volontariato dei servizi sociali, si sta provvedendo all’assistenza delle persone anziane e disabili non assistiti attraverso l’impiego di un’autobotte e la distribuzione di acqua potabile messa a disposizione dalla società Fontalba”.

Si ricorda infine che per i casi di particolare emergenza, che interessano persone anziane e disabili non assistiti, può essere contattato, dalle ore 7 alle 24, il numero telefonico 0907724110 o inviato un fax al numero 090694888 (specificando nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico e motivo della richiesta) o una mail all’indirizzo autoparco@comune.messina.it .

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it