Unime e Ice presentano il primo corso di formazione in “Global Managment”

Presentato il Corso di formazione in “Global Management”, promosso dall’ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) e dall’Università di Messina, e destinato a 35 giovani diplomati e laureati provenienti dai Paesi extraeuropei del Bacino Mediterraneo: Algeria, Tunisia, Marocco, Egitto e Turchia.

All’incontro, svoltosi presso l’Aula Magna del Rettorato, presenti ti il Pro-rettore all’Internazionalizzazione, prof. Antonino Germanà, il Direttore del Dipartimento di Economia, prof. Augusto D’Amico, il prof. Massimo Plescia, coordinatore del corso, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Messina, dott.ssa Nina Santisi, e la dott.ssa Adriana Bacchi in rappresentanza dell’agenzia ICE. Slogan dell’iniziativa è la “tradizione e cambiamento al centro del mediterraneo”.

Il prof. Germanà ha ricordato, nel corso del suo intervento, l’importanza del progetto, “che mette assieme un insieme di borse di studio finalizzate alla promozione delle immatricolazioni a lauree specialistiche per gli studenti del mediterraneo”.

Anche l’assessore Santisi ha voluto esprimere il proprio compiacimento per l’iniziativa: “L’amministrazione comunale è stata ben felice di aver potuto dare il proprio contributo per creare nuove sinergie indirizzate alle politiche di accoglienza e alla creazione di nuove classi dirigenti”. I corsi, della durata di due mesi, sono coperti da una borsa di studio di 1.200 euro lordi mensili. Le lezioni, che partiranno da ottobre, tratteranno varie tematiche relative al commercio internazionale e alla gestione d’impresa, analizzate attraverso lezioni frontali case studies e workshop. Lo studio degli scenari economici internazionali, strategie di marketing internazionale, tecniche di commercio estero, contrattualistica internazionale, finanziamenti per l’esportazione, business plan per l’internazionalizzazione, management nel settore turistico e agroalimentare ed elementi legislativi e contabili, saranno infine, materie di approfondimento.

I corsi, rivolti a un massimo di 35 studenti, prevede la partecipazione di studenti algerini, marocchini, tunisini, egiziani e turchi che abbiano il diploma di scuola media superiore o laurea e avere una buona conoscenza della lingua italiana. Devono risultare inoccupati o disoccupati e non devono svolgere nessun altro tipo di attività durante la durata del corso. I candidati dovranno inviare, entro il 29 luglio, la domanda con la relativa documentazione a formazione@ice.it. (@P.Genovese)

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it