Appalti truccati alle autostrade siciliane, pronte le richieste di rinvio a giudizio

Chiuse le indagini della procura di Messina sui presunti appalti truccati del Consorzio autostrade siciliane (Cas). Dalla chiusura gli indagati hanno venti giorni per presentare memorie e chiedere l’interrogatorio di garanzia.

Pochi giorni ancora per rispondere alle accuse di turbata libertà degli incanti, induzione a dare o promettere utilità e istigazione alla corruzione per cui sono indagati a vario titolo, Giacomo e Antonino Giordano, Giacomo Giordano, Ettore Filippi Filippi, Nino Giordano, Andrea Valentini, Gaetano Visalli, Lucrezia Passeri, Giuseppe Iacolino, Francesco Duca, Rosella Venuto, Antonio Chillè, Letterio Frisone, Angelo Puccia e Filadelfio Scorzasolo.

Tra questi, Angelo Puccia e Letterio Frisone risultano indagati anche nella seconda tranche dell’indagine, Tekno 2, sugli incentivi progettuali che lo scorso aprile ha portato a 12 misure cautelari per 12 persone tra cui dirigenti e dipendenti del Cas.

 

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it