STRETTO D’AMARE, IN SCADENZA IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il termine per la presentazione della domanda di adesione al progetto “Stretto d’aMare” scade il prossimo mercoledì 30 luglio, dopodomani. L’iniziativa è promossa dagli assessorati alle Politiche del mare, al Commercio e al Turismo di palazzo Zanca, dall’Associazione Consumatori Utenti (Acu), con il supporto delle associazioni di categoria presenti sul territorio cittadino e di quelle operanti nel settore della disabilità, e dalla Federbalneari di Messina. Possono aderirvi, gratuitamente, gli stabilimenti balneari regolarmente autorizzati con sede operativa nel Comune di Messina.

I soggetti interessati devono inviare la domanda tramite posta, fax, posta elettronica certificata o consegnata a mano, indirizzata al Comune di Messina – assessorato Risorse del mare, piazza Unione Europea – Palazzo Zanca, 98123 Messina; assessorato.delmare@comune.messina.it o comunedimessina.me.assessoratodelmare@pa.postacertificata.gov.it; recapito telefonico 0907722703 – fax 090714086. Il modulo di partecipazione può essere presentato esclusivamente dal concessionario, qualora lo stabilimento balneare sia su demanio marittimo e dal titolare della licenza, se lo stabilimento balneare è su area privata.

L’inoltro della richiesta di adesione vincola il soggetto interessato al rispetto di quanto indicato nel progetto “Stretto d’aMare”, impegnandosi a garantire nel tempo la qualità dei servizi offerti e il proprio impegno al miglioramento continuo degli stessi. Il progetto intende realizzare un modello di turismo “qualificato” dove le strutture balneari ed il litorale in genere siano luoghi di promozione turistica, integrazione sociale e servizi pensati anche per soggetti diversamente abili. A tal fine gli stabilimenti aderenti all’iniziativa saranno identificati attraverso un logo “Stretto d’aMare” esposto nella struttura recettiva e che potrà essere utilizzato anche a fini promozionali come garanzia dell’impegno assunto per un’offerta turistica qualitativamente elevata.

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it