SIPARIO SUL MIRTOROCK: ESPLOSIVI CALIBRO 35, PER UN FESTIVAL DESTINATO A CRESCERE (FOTOGALLERY)

Un festival destinato a crescere il Mirtorock, che anche quest’anno si è chiuso all’insegna dell’entusiasmo per un progetto che ha coinvolto centinaia di persone, otto band, e due dj. Una festa all’insegna dell’ottima musica e della socialità, che ha trovato nella Villetta Loreto il luogo ideale per vivere due giorni in puro stile rock.

Interessante il primo WEB RADIO CAMP che si è svolto  nella splendida location del Museo della Moda e del Costume di Mirto, con il contributo di Tonia Maffeo, Country Manager Italia di Spreaker (www.spreaker.com), e di  Alessio Bertallot (www.bertallot.com), Dj e musicista, che ha chiuso dal palco la prima serata del festival dove, oltre agli attesi Appaloosa, applauditissimi sono stati i romani Moseek. Ogni giorno un’atmosfera diversa: domenica infatti sono stati i Calibro 35 a marcare il ritmo, chiudendo nel cuore dei Nebrodi un lungo tour europeo che li ha fatti conoscere ed apprezzare da un pubblico sempre più vasto.

E ad anticiparli un gruppo rivelazione, su cui il festival ha voluto puntare: i siciliani Veivecura, che da Modica hanno incantato con i loro suoni onirici.

Non hanno deluso le aspettative i gruppi vincitori del contest: Phantorama, Malarditi e CinemaNoir. Così come intensa è stata la performance de La Rappresentante di Lista, mentre a chiudere in bellezza è stato il dj set di Davide Patania, che ha avuto il compito di scegliere che ultima nota dare a  questo festival.

Apprezzato dal pubblico anche Riciclando, un vero e proprio laboratorio all’aperto  sul riuso creativo degli oggetti grazie ai quali è stata addobbata la villetta comunale, con gli arredi che hanno trasformato le aiuole centrali in aree relax, e dove hanno trovato posto anche gli espositori  TETRA BAGS , TOYS.T, OLÌ, PIVVICCI’ e  TALE’. E non è tutto.

Quest’anno il MirtoRockFestival si è avvalso dei ragazzi dello SCI, il servizio civile internazionale che hanno contribuito alla buona riuscita logistica, integrandosi  con i loro coetanei di Mirto, con i quali hanno condiviso un’esperienza di volontariato ed interculturalità. Appuntamento quindi al prossimo anno.

Il Mirtorock Festival è stato organizzato dall’associazione Mirtorock  in collaborazione con Messinaora.it (network multimediale di informazione e cultura), Dalek (Studio di registrazione professionale), e il Pub “La Dispensa”(Mirto), con l’apporto di Radio Doc che ha trasmesso i concerti in diretta streaming.

Ottimo e altamente professionale il service, che, come nello stile del festival, è una eccellenza territoriale: ArKa Service di Sant’Agata di Militello.

sito www.mirtorock.it #seguilascimmia: mirtorockfest@gmail.com Foto di @Francesco Algeri e @Alfio Manasseri

 

 

 

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it