Whale Watching a Lampedusa: due weekend di escursioni a Marzo 2020

L’associazione Mar.Eco Osservatorio della Natura ha avviato nell’estate del 2018 un programma di ecoturismo denominato PELAGIE NATURA EXPERIENCE (patrocinato dall’Assessorato del Turismo dello Sport e dello Spettacolo) finalizzato all’osservazione dei cetacei nell’Arcipelago delle Isole Pelagie con l’intento di trasmettere ai partecipanti alle escursioni l’importanza della protezione e della conservazione delle specie marine. Le escursioni di whale watching sono volte ad ottenere dati sulla distribuzione, comportamento e l’abbondanza delle specie di cetacei che frequentano l’arcipelago, nonché uno strumento di educazione sulla loro ecologia e biologia e le minacce a cui sono esposti.

Per piccoli gruppi di partecipanti (10), organizziamo 2 weekend nel mese di marzo con uscite in mare guidate da biologi marini esperti dell’associazione per l’osservazione delle balene. Le escursioni vengono utilizzate come “piattaforma” per lo studio della specie che nel periodo che va da fine gennaio ad aprile migrano nelle acque dell’Arcipelago per ragioni legate all’alimentazione. Questo ampio range temporale dimostra che quest’area è importante per la presenza e la conservazione dei grandi vertebrati marini.

Le Isole Pelagie rappresentano un hotspot mediterraneo per la biodiversità delle specie di cetacei sia regolari, sia migratori come la balenottera comune, il più grande cetaceo del mediterraneo considerata specie in pericolo a livello mondiale. I mammiferi marini svolgono ruoli ecologici chiave e insostituibili nei mari e il crollo delle loro popolazioni può avere conseguenze irreversibili per il funzionamento e i servizi degli ecosistemi marini. I cambiamenti climatici in atto influenzano la distribuzione spaziale delle specie come portare modifiche al raggio d’azione o relegandole ad esempio in aree con acque più fredde.

Le balene hanno la capacità di catturare grandi quantità di carbonio nella loro lunga vita mitigando gli effetti dei cambiamenti climatici e pertanto la loro conservazione è considerata una soluzione naturale alla lotta contro di questi.

Le escursioni si svolgeranno nei weekend del 14-15 e 21-22 marzo 2020 con uscite giornaliere in cui viene adottato il codice di condotta internazionale per le attività di whale watching che esclude l’intralcio agli spostamenti dei cetacei ed alle attività in genere che gli esemplari avvicinati stanno svolgendo per evitare impatti sul comportamento o provocare reazioni degli animali.

Per info : https://associazionemareco.org/

Partecipa alla discussione. Commenta l'articolo su Messinaora.it